Fabio Dott. Romano
Via Napoli 90 · 76123 Andria BT
Telefono e fax: 0883 882744


Email: segreteria.studioromano@gmail.com Email: fabio.studioromano@gmail.com

Notizie

Legge di stabilità per il 2015: le principali novità in materia di fisco e lavoro

  • 7 Gen, 2015
  • Fabio Romano
  • 0 Comments
  • legge stabilità, legge stabilità 2015,

E’ stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge di stabilità per il 2015 (Legge n. 190 del 23.12.2014).

Tra le principali novità introdotte con tale provvedimento ricordiamo:

i) la conferma a regime del bonus di 80 euro a favore dei lavoratori dipendenti;

ii) la possibilità di chiedere l’erogazione diretta del trattamento di fine rapporto in busta paga;

iii) la previsione di sgravi contributivi a favore dei datori di lavoro che hanno assunto lavoratori in mobilità / a tempo indeterminato;

iv) l’incremento dall’11% al 17% dell’imposta sostitutiva sulla rivalutazione del Fondo TFR;

v) viene ampliata la deduzione IRAP sul costo del lavoro anche alle società agricole;

vi) vengono introdotte nuove possibilità di ravvedimento operoso;

vii) vengono modificate le modalità di concessione del credito d’imposta per la ricerca e lo sviluppo;

viii) la proroga al 2015 della detrazione per le spese di recupero del patrimonio edilizio e per l’acquisto di mobili / elettrodomestici (50%) e di riqualificazione energetica (65%);

ix) l’introduzione della c.d. “Patent box” a favore delle società e enti residenti in Stati con i quali vige un accordo per evitare la doppia imposizione e con i quali lo scambio di informazioni è effettivo;

x) la proroga della possibilità di rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni con riferimento al valore al 01.01.2015 e con versamento dell’imposta sostitutiva nella nuova misura del 4%-8% entro il 30.6.2015;

xi) la soppressione degli incentivi per l’acquisto di veicoli ecologici;

xii) l’introduzione di un regime forfettario in sostituzione del regime dei minimi, del regime degli ex minimi e delle nuove iniziative produttive. Con particolare riferimento al nuovo regime forfettario – il quale prevede l’applicazione di un’aliquota sostitutiva delle imposte dirette ed IRAP del 15%, l’esenzione dall’imposta sul valore aggiunto e la determinazione del reddito imponibile sulla base di coefficienti di redditività – bisogna ricordare che il regime dei ex minimi può essere utilizzato fino alla scadenza del termine ordinario qualora l’opzione per il regime sia stata effettuata entro e non oltre il 31.12.2014: a partire dal 01.01.2015, invece, i contribuenti non possono più accedere a tale regime, che è, appunto, sostituito dal nuovo regime forfettario.

Share This Story

Categories

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *